Beffa per gli inquilini, altro che per Enasarco

 

In questi giorni a casa a fare la mamma ogni tanto riesco ad affacciarmi su Internet ed ho trovato questo interessante articolo di Repubblica (che quando non scrive di politica, qualche fatto e non solo pettegolezzi riesce a riportarlo):

Beffa per Enasarco, costretta
a riprendersi un credito verso la Lehman

Ve lo ricordate il favoloso investimento di Enasarco nel fondo Anthracite alle Isole Cayman gestito da Lehman Brothers che abbiamo abbondantemente illustrato nelle nostre interpellanze e mozione?

All’epoca del fallimento Lehman, Enasarco, sottoscrittore di una parte del fondo, sostituisce la garanzia di restituzione del capitale di Lehman con quella di Credit Suisse e Hsbc.

A questo punto (s)vende questo suo presunto credito di 61,7 mln di euro (dei 750 inizialmente investiti…. un vero fiuto negli affari) alla Eliott Management, un gigante degli hedge fund che in giro per il mondo ha comprato un numero molto elevato di crediti verso Lehman.

Questa operazione è stata “patrocinata” da un advisor (quelle misteriose figure che dovrebbero consigliare gli inesperti su come investire – ndr in questo caso l’advisor era un ex Lehman… errare è umano ma perseverare……) che per questa sua preziosa consulenza si è beccato quasi un milione di euro.

Sedici mesi dopo la beffa: il liquidatore in Svizzera della Lehman non riconosce il credito di Enasarco e Elliott a sua volta restituisce il credito alla medesima fondazione, chiedendo e ottenendo anche il pagamento degli interessi, per un totale di 14,7 milioni. E qui scatta la rivalsa attuale di Enasarco: secondo quanto scrive la Fondazione nel bilancio 2012, infatti, il diritto di retrocessione di Elliott è stato vantato grazie ad una “clausola contrattuale della cui esistenza né l’advisor, né il direttore generale, né il dirigente del servizio finanza avevano dato conoscenza al consiglio di amministrazione della Fondazione”.

Conclusione di questa storia, oltre a dimostrare ancora una volta che la finta calma sulla sostenibilità dei bilanci Enasarco che devono garantire l’erogazione delle pensioni dei cittadini è fumo negli occhi dei poveri agenti di commercio che continuano a buttare i loro soldi in questa ?

Cornuti e mazziati, perchè “riprendersi indietro un credito” vantato verso un soggetto fallito, il cui curatore fallimentare si e’ opposto  e per cui un tribunale svizzero non ha riconosciuto la validita’, significa riprendersi un credito incagliato (di fatto inesigibile). Ora i signori di Enasarco devono mettere a bilancio i 61,7mln di dollari del claim svalutato a praticamente nulla, inoltre hanno pagato quasi 1mln di euro l’advisor (e quando li rivedono), gli incentivi a cotanto management (e quando li rivedono) e gli interessi a Elliott (e’ scritto sulla pietra che li debbano a Elliott e non li rivedano piu’).
Questo “errore” costera’ ai Fenomeni della Finanza una decina di case da vendere in piu’, solo per ripianare… sempre che trovino qualcuno che le possa comprare….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close
Grazie del vostro supporto...
Mettiti in Movimento, condividi sui tuoi Socials...