Bilancio Regione Lazio: decide Zingaretti!

Bilancio Regione Lazio: svolta autoritaria di Zingaretti.
 

In un’atmosfera tesa e a notte inoltrata è stato approvato, con voto negativo del M5S e tutta l’opposizione, il collegato al bilancio della Regione Lazio, grazie alla svolta autoritaria adottata dalla Giunta Zingaretti che dopo poche ore di dibattito ha deciso di calare un maxiemendamento per blindare il provvedimento, che fin dalla sua comparsa in commissione bilancio si mostrava per quel che era – improbabile accozzaglia di provvedimenti clientelari e di modifica legislativa normalmente molto più complessa di questo iter-scorciatoia.

Il M5S aveva presentato oltre 2500 emendamenti per riuscire a far esprimere l’aula su tre argomenti: l’apertura del fondo regionale per il microcredito alle donazioni private, anche per poter versare quanto accantonato dagli stipendi degli eletti M5S; la rimodulazione dei vitalizi fino alla loro abolizione; la riduzione dei costi della politica regionale.

In ogni dichiarazione pubblica il M5S Lazio ha sempre ricordato che il comportamento ostruzionistico sarebbe cessato davanti a un segnale di apertura alla discussione da parte della maggioranza, segnale arrivato dopo poche ore e confluito poi in un dialogo più ampio tra PD e M5S. Il capogruppo PD aveva espresso parere positivo su un importante fattore di rimodulazione dei vitalizi, che avrebbe comportato importanti risparmi per le casse regionali, salvo ritrattare per le pressioni dei suoi colleghi di sinistra ma soprattutto dei suoi capi di destra.

Questo cambio di verso ha innescato un clima di tensione: nel teatro dell’assurdo della politica laziale, Storace ha pubblicamente insultato Barillari per poi incassare la solidarietà di tutti i suoi colleghi, gli esponenti PD hanno denigrato per tutta la durata della discussione l’azione e i valori del M5S in una escalation di violenza verbale culminata nella devastazione della bacheca stampa del gruppo M5S, situata in un corridoio pieno di telecamere spente.

Durante la discussione degli ordini del giorno, maggioranza e opposizione hanno poi apertamente scelto di votare, per principio, contro tutti quelli presentati dal M5S Lazio.

Link

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close
Grazie del vostro supporto...
Mettiti in Movimento, condividi sui tuoi Socials...