Le case delle Casse? Pubbliche anche secondo il TAR

Case delle Casse pubbliche secondo il Tar Lazio
 

Finalmente dopo un anno e mezzo di interrogazioni, interpellanze, mozioni, anche il TAR Lazio con la sentenza n. 07428/14 reg. prov. coll. riconosce quello che abbiamo sempre sostenuto ovvero che gli enti previdenziali privatizzati sono a tutti gli effetti enti pubblici, anche nella gestione del loro patrimonio abitativo.

La sentenza nasce dall’impugnazione fatta da un inquilino di Cassa Ragionieri (CNPR) della proposta irrevocabile che gli aveva mandato la Bnp Paribas relativa ad un appartamento dallo stesso locato dalla Cassa.

Cosa era accaduto prima? CNPR aveva conferito tutto il patrimonio immobiliare con due diversi atti al Fondo Scoiattolo gestito da BNP Paribas sgr senza riconoscere, in tale fase, all’inquilino il diritto di prelazione.

Ora con questa sentenza il TAR in modo chiaro afferma:

1) gli immobili di CNPR nonostante il conferimento, non sono di proprietà del Fondo, visto che lo stesso è privo di personalità giuridica, né di Bnp Paribas che si limita a gestire il Fondo, quindi, tali immobili sono ancora di proprietà della CNPR (come scritto chiaramente anche nelle nostre interpellanze ed estensibile a tutte le altre Casse).

2) la CNPR, sebbene sia privatizzata con il d.lgs.509/94, e’ sottoposta al controllo dei Ministeri vigilanti, al controllo della Corte dei Conti, ha una funzione previdenziale, usufruisce della contribuzione obbligatoria dei propri iscritti, quindi, trattasi di un soggetto di natura sostanzialmente pubblica vedi Cons. di Stato VI n. 6014 del 2012.

3) sempre il TAR dice che essendo CNPR un soggetto pubblico di conseguenza la dismissione del suo patrimonio è pubblica, ragion per cui non si applica il comma 38 art 1 della legge 243/2004, norma che invece era stata utilizzata dalle Casse per sottrarsi alla dismissione secondo la normativa per gli enti pubblici (come chiaramente scritto nella nostra mozione cui il PD ed i partiti vari hanno votato CONTRO);

E quindi, alla luce di questa sentenza che meglio delle precedenti riafferma la natura pubblica delle Casse e la finalità pubblica della loro gestione, vorranno i partiti superare una buona volta questo mostro a due teste (pubblica e privata) e rimettere in sicurezza le pensioni di chi versa da anni a questi enti e ridare serenità agli inquilini dei loro immobili?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close
Grazie del vostro supporto...
Mettiti in Movimento, condividi sui tuoi Socials...