Siamo Donne, oltre le Stelle c’è di più

 

donna 5 stelle alla fine di una festa in un parco

Leggo sul Fatto Quotidiano http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/08/caso-salsi-a-roma-attiviste-contro-maschilismo-di-grillo-e-del-m5s/407160/ che le donne del Movimento 5 Stelle di Roma ravvisano un problema di maschilismo del Movimento e di Grillo, anche a seguito della sua battuta sul punto G a seguito della povera figura della consigliera Federica Salsi a Ballarò.

Vorrei portare la mia esperienza in merito.

Sono in questo movimento da gennaio 2007. MAI e dico e ripeto MAI qualcuno mi ha impedito di partecipare a qualsiasi attività, soprattutto in dipendenza del fatto che io sia donna.

Dirò di più, quando ero incinta e mi ero messa un pò ai margini per questioni di salute, sono stata cercata più e più volte e pregata di intervenire in vari gruppi di lavoro per portare il mio contributo. Se sono rimasta ai margini, è perchè ho scelto io per un periodo di concentrarmi su me stessa. Non perchè qualcuno ha pensato che il mio stato potesse interferire con il mio apporto al gruppo.

Il giorno del cozza day, l’8 settembre 2011, con un pancione di 5 mesi ed un caldo da incubo, ho partecipato alla giornata compatibilmente con le mie condizioni stando tutto il giorno al gazebo a fare raccolta fondi e dispensare sorrisi, baci, saluti, a fare rete con gli altri 5 stelle arrivati da tutta italia. Nessuno mi ha impedito di farlo, nessuno mi ha chiesto di farlo, l’ho fatto perchè mi sentivo di farlo.

Perchè dico questo?

Perchè noi donne 5 stelle siamo qui al meglio delle nostre possibilità, nel modo in cui scegliamo di esserci. E se riceviamo più o meno considerazione, è perchè siamo valutate come tutti per quello che diciamo e quello che facciamo, senza accampare diritti di sorta in virtù del fatto che siamo donne.

Anche perchè per me essere donna ti da una marcia in più e non mi sento e non mi voglio sentire una categoria protetta.

Vorrei una mano, questo sì, a dare di più al movimento, ma questo dipende dal fatto che in una giornata di 24 ore dove le responsabilità del lavoro, della casa, di un bambino sono preminenti, devo rubare ore al mio sonno per seguire la mia passione politica.

Se gli uomini del nostro movimento hanno più tempo da dedicare, e si possono assumere maggiori responsabilità, forse dipende dal fatto che hanno splendide donne accanto che permettono loro di farlo e non perchè rubano ruoli o spazi a noi donne.

Ma io dico, dopo tutti questi anni stiamo ancora a questi livelli? Si vede che questi commenti ed il documento che ne è seguito vengono da persone appena arrivate che pensano di portare il loro contributo grazie a rendite di posizione e non grazie all’autorevolezza delle loro persone.

Ho visto con simpatia la nascita di un gruppo Donne 5 Stelle nel Movimento romano. Speravo che il loro apporto si riversasse sui tavoli di lavoro come contributi di valore: sui temi dell’occupazione femminile (vedi la mia proposta sulle TAGESMUTTER per agevolare il reinserimento nel mondo del lavoro delle madri che vogliono rimanere con il loro bambino), sulle politiche di sostegno tramite servizi dedicati alle madri etc etc.

Non una sterile ed anacronistica presa di posizione e rivendicazione di rendite di posizione solo per il fatto che siamo donne.

Sapete cosa diceva Charlotte Whitton, una femminista canadese del secolo scorso?

“Le donne devono fare tutto due volte meglio degli uomini per essere considerate brave la metà….. per fortuna non è difficile!”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close
Grazie del vostro supporto...
Mettiti in Movimento, condividi sui tuoi Socials...