Enasarco: dubbi e perplessità

Enasarco: perplessità sul bilancio
 

Leggiamo dal Sole 24 Ore che anche Covip nutre delle perplessità sul bilancio 2012 di Enasarco: bontà sua.

Riguardo alle risposte che si attendono dal Direttore Generale dell’area Politiche Previdenziali Edoardo Gambacciani…. bisognerà mettersi in fila visto che noi stiamo ancora aspettando risposta ad un quesito DIFFICILISSIMO che gli abbiamo posto da mesi ormai: l’Avvocato Marco Gambacciani dello studio legale che collabora con Enasarco nelle cause relative alle dismissioni è o no suo fratello?

Quante domande difficili…..

Enasarco e le «perplessità» della Covip
A metà novembre, Covip ha consegnato al ministero del Lavoro una corposa relazione di oltre 300 pagine sui conti 2012 delle Casse previdenziali. Plus24 ha avuto la possibilità di leggere le carte relative a Enasarco, ente pensione di agenti di commercio e promotori finanziari. Dal documento dell’authority di previdenza, presieduta da Rino Tarelli, emerge che i funzionari Covip avevano segnalato le proprie “perplessità” ai ministeri vigilanti del Lavoro e dell’Economia in merito al metodo di contabilizzazione in bilancio del BTp Stripped messo a garanzia degli investimenti da 780 milioni di euro realizzati da Enasarco nell’ex veicolo finanziario Anthracite.
Qui ce ne occupiamo ancora perché su tale argomento è stato sentito in due audizioni (fine gennaio e inizio aprile) il presidente della Cassa, Brunetto Boco; in entrambe le occasioni, la commissione parlamentare di vigilanza, presieduta da Lello Di Gioia, si è dichiarata insoddisfatta richiedendo appunto ulteriori chiarimenti. Non è una questione solo per ragionieri: contabilizzare il BTp Stripped «al valore di rimborso a scadenza e non al costo d’acquisto, significativamente più basso stante la natura di zero coupon» avrebbe provocato significative correzioni nel bilancio Enasarco 2012. Un ente pensione con un patrimonio mobiliare di 3,98 miliardi, che gestisce i contributi di 250mila iscritti.
Rimandiamo ai precedenti numeri di Plus24 per l’approfondimento sul tema. Segnaliamo qui solo due fatti:
1) Enasarco è riuscita a rinegoziare le commissioni con i fondi Europa Plus (dove sono confluiti gli asset della vecchia Anthracite) risparmiando circa 1,5 milioni di euro l’anno;
2) la società di revisione Kpmg ha giudicato il bilancio 2012 di Enasarco «redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria». Niente da dire quindi da parte dei revisori esterni indipendenti sul bilancio 2012.
E la “vigilanza pubblica”? Della commissione parlamentare si è già detto. Covip, in ambito Casse, ha solo potere di ispezione e raccolta informazioni. La vigilanza è di competenza dei ministeri del Lavoro e dell’Economia. Il ministero del Lavoro, in particolare, ha una divisione ad hoc specializzata sulla previdenza: abbiamo chiesto al direttore generale di questa area, Edoardo Gambacciani, se la contabilizzazione del BTP Stripped, viste le perplessità Covip, sia stata effettuata in modo corretto ma fino ad ora non abbiamo ricevuto risposta.

V. D’Angerio – Il Sole 24 Ore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close
Grazie del vostro supporto...
Mettiti in Movimento, condividi sui tuoi Socials...