Roma, AlmavivA: Chi ha paura del Lavoro cattivo?

almaviva-lupo-cattivo-roma-lombardi
 

AlmavivA Contact gestisce dal 2008 il contact center 060606 di Roma Capitale.

Chi di noi romani non lo ha chiamato almeno una volta, per le informazioni sul traffico, i servizi pubblici, gli orari di apertura degli uffici, i percorsi delle manifestazioni….?

Tutti? Bene, ed abbiamo sempre trovato dall’altra parte del telefono qualcuno che ci rispondeva con professionalità e cortesia, vero? Questo credo che pochi possano negarlo…

Ora, chi sono queste voci? Nel Centro Operativo di AlmavivA Contact di Roma lavorano oltre 2.000 persone, tutte assunte con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Circa 300 di tali risorse sono dedicate, da anni, all’erogazione del servizio 060606: l’80% sono donne, l’età media è di 44 anni, oltre 100 i familiari risultanti a carico. Un capitale umano difficilmente ricollocabile nel mondo del lavoro, soprattutto poi di questi tempi… altro dato incontestabile…

In vista della scadenza del contratto, avvalendosi di un Accordo Quadro Consip, l’Amministrazione comunale ha deciso di indire una gara pubblica per l’affidamento del servizio per i prossimi ventiquattro mesi. Il criterio di aggiudicazione scelto è stato quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Una volta, con meno ipocrisia, si chiamavano “offerte al massimo ribasso”.

Sulla base di quanto comunicato, nonostante il riconoscimento della migliore offerta dal punto di vista tecnico/qualitativo, AlmavivA Contact si collocherebbe seconda in graduatoria, con un prezzo offerto in linea con gli altri partecipanti, ma, purtroppo, non confrontabile con quello del potenziale aggiudicatario – ribasso del 30.55% -.

Uno solo con un ribasso del 30%? E non esisterebbero i presupposti per definirla “Offerta anomala”? Cos’è, un vero imprenditore? Gli altri sono diventati tutti matti o asini? E’ un’azienda che sa ottimizzare, ed è estremamente parsimoniosa? Un reale Mistero glorioso?

Mmmm… e se la spiegazione fosso molto più banale, e cioè che il prezzo presentato dal possibile vincitore della gara, non raggiunge neanche l’80% del solo costo del lavoro delle persone attualmente in servizio, calcolo basato sulla pura applicazione dei minimi previsti dal CCNL di riferimento, e sull’opportuno riconoscimento dell’anzianità e dell’esperienza?

Un errore di calcolo dell’offerta del vincitore, allora?

Il Bando, però, non ha previsto alcun vincolo territoriale, dunque, non è dato sapere se il servizio 060606 continuerà ad essere svolto sul territorio capitolino, o con quali contratti di lavoro, viene lecito domandarsi, visto il ribasso del costo del lavoro… o in altre regioni… con corredo di incentivi europei magari… O… O… O… O magari, in un altro paese, persino del Nord Africa come qualcuno vocifera….

Vediamo di approfondire, ma ora la domanda ancora più importante è: se persino l’Amministrazione della Capitale d’Italia, non è disposta a riconoscere il corretto costo del lavoro, perché dovrebbero farlo le aziende, o i clienti privati?

Se in Italia, perché per il momento parliamo di questo, le Istituzioni in prima istanza, non danno il buon esempio, perchè dovrebbe farlo un imprenditore privato?

Ma… diamine… è la Spending Review all’Amatriciana, bellezza, dove non si tocca uno spreco, ma si tagliano allegramente i posti di lavoro…. Ma che bravi…

Narra la Wikipedia: L’amatriciana o matriciana (in romanesco) è un condimento per la pasta, molto apprezzato nella Capitale, che ha preso il nome da Amatrice[2], cittadina in provincia di Rieti, fino al 1927 in Abruzzo. Gli ingredienti principali sono guanciale, formaggio pecorino e pomodoro. È inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali laziali…. curioso, non trovo riferimenti ai posti di lavoro però… memo: chiamare la Wikipedia e proporre una modifica…


Stiamo preparando la nuova Newsletter, vuoi lasciarci la tua Mail?
Per favore però, questo non è lo spazio per i commenti che invece hanno un loro spazio apposito.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close
Grazie del vostro supporto...
Mettiti in Movimento, condividi sui tuoi Socials...